Codice etico Palermo Società Sportiva Dilettantistica a Responsabilità Limitata

allegato al Modello Organizzativo D.Lgs. 231/2001
Approvato dal consiglio di amministrazione il 20/01/2020

PREMESSA

Palermo S.S.D. A.R.L. è una società di calcio dilettantistico, di nuova costituzione.

Il primo fondamentale scopo della Società è garantire ai propri sostenitori le più ampie soddisfazioni sportive.

Questa finalità deve essere perseguita conciliando il raggiungimento di un’organizzazione sportiva di livello tecnico adeguato agli standard più elevati della propria categoria, con un’impostazione etica di condotta e gestione della società votata alla trasparenza e alla partecipazione, mantenendo nel tempo uno stile di condotta consono ai principi etici condivisi, e sviluppando un rapporto di fiducia con i propri sostenitori e con i propri “stakeholder”, ossia con quelle categorie di individui, gruppi, organizzazioni o istituzioni, i cui interessi siano influenzati dagli effetti diretti e indiretti dell’attività di Palermo S.S.D. A.R.L.

Al fine di garantire un’effettiva partecipazione alle attività della Società ad Azionisti, Istituzioni (Comune di Palermo) e Sostenitori, Palermo S.S.D. A.R.L. promuove la costituzione di un “Comitato di Consulta” composto da tre membri in rappresentanza delle tre categorie, atto a garantire il controllo e la verifica della gestione da parte dell’intera collettività anche in ottica futura.

La Società promuove inoltre un progetto concreto di internazionalizzazione del proprio brand, che trasformi in un asset virtuoso l’identificazione tra la città e la squadra di calcio per generare valore e investimenti per entrambi.

STRUTTURA DEL CODICE ETICO E AMBITO DI APPLICAZIONE

Il Codice Etico della Palermo S.S.D. A.R.L. si compone di tre parti:

  • Principi Etici;
  • Regole di Comportamento;
  • Norme di Attuazione.

1. Destinatari, diffusione e conoscenza del Codice Etico

1.1 Palermo S.S.D. A.R.L. si impegna affinché i principi del Codice Etico siano osservati da tutti i seguenti “Destinatari”. In questa categoria rientrano: gli “Amministratori”, i “Componenti degli Organi di Controllo”, i “Calciatori”, le “Risorse Umane” delle aree sportive e non sportive e tutti gli “Altri collaboratori” anche occasionali, a prescindere dalla propria categoria professionale, dalla forma contrattuale, dalla normativa di riferimento o dal fatto di essere o meno tesserati;

1.2 Sono, altresì, soggetti all’osservanza del Codice Etico i “Fornitori”, i “Licenziatari”, i “Partner Commerciali e Societari”, gli “Altri soggetti” con i quali Palermo S.S.D. A.R.L. intrattiene rapporti contrattuali e chiunque svolga attività in nome e per conto di Palermo S.S.D. A.R.L. o sotto il controllo della stessa, siano essi persone fisiche o persone giuridiche;

1.3 Palermo S.S.D. A.R.L.:

  • assicura la tempestiva divulgazione del Codice Etico a tutti i destinatari, predisponendo adeguati programmi di formazione. Provvede alla sua periodica revisione ed aggiornamento al fine di adeguarlo all’evoluzione delle condizioni ambientali e normative;
  • predispone appropriati strumenti di supporto per fornire chiarimenti in merito all’interpretazione ed all’attuazione delle disposizioni del Codice Etico;
  • adotta un sistema di sanzioni appropriato per colpire le eventuali violazioni;
  • adotta adeguate procedure per la segnalazione, l’investigazione ed il trattamento di eventuali violazioni;
  • assicura la riservatezza sull’identità di chi segnala eventuali violazioni, fatti salvi gli obblighi di legge, e la sua tutela professionale;
  • verificare periodicamente il rispetto e l’osservanza del Codice Etico;

1.4 Il Codice Etico è pubblicato sul sito internet della Società (www.ssdpalermo.it);

1.5 Nei rapporti contrattuali con i soggetti esterni, Palermo S.S.D. A.R.L. richiede la presa visione e l’accettazione del presente Codice Etico da parte della controparte, a meno che la stessa non sia dotata di un proprio codice etico. In tal caso Palermo S.S.D. A.R.L. e la controparte si daranno reciprocamente atto di presa visione dei rispettivi codici di condotta a condizione che i principi contenuti nel Codice Etico della controparte siano compatibili con quelli di Palermo S.S.D. A.R.L.

PRINCIPI ETICI

2. Etica nella conduzione degli affari e delle attività aziendali

Legalità

2.1 Nell’ambito dell’attività svolta per Palermo S.S.D. A.R.L., i Destinatari sono tenuti a rispettare le leggi vigenti in ciascuno degli ordinamenti in cui opera la Società, la normativa sportiva applicabile, ed il Codice Etico. In nessun caso il perseguimento dell’interesse di Palermo S.S.D. A.R.L. può giustificare la loro inosservanza;

2.2 Palermo S.S.D. A.R.L. si impegna a svolgere tutte le sue attività con onestà, integrità e correttezza nel rispetto degli stakeholder interessati e in un quadro di concorrenza sportiva e di business leale;

2.3 Palermo S.S.D. A.R.L. si aspetta dalle Risorse umane e dai Calciatori, nello svolgimento delle proprie mansioni, comportamenti eticamente ineccepibili e legalmente e professionalmente corretti, atti a rinsaldare la fiducia reciproca ed a consolidare la reputazione della Società evitando comportamenti che potrebbero danneggiarla. Essi devono operare con probità ed integrità nei rapporti intercorrenti fra loro, con gli Amministratori e con gli azionisti di Palermo S.S.D. A.R.L., con le società concorrenti, con i rappresentanti degli organi sportivi e delle pubbliche amministrazioni e in genere con tutte le terze parti, siano esse controparti negoziali o altri stakeholder.

Integrità

2.4 Palermo S.S.D. A.R.L. si impegna ad agire in modo corretto e trasparente nei rapporti con terzi, evitando informazioni ingannevoli e comportamenti tali da trarre indebito vantaggio dall’altrui posizioni di debolezza o di non conoscenza. Palermo S.S.D. A.R.L. nel perseguire la massimizzazione dei propri interessi economici e finanziarsi, si impegna a stabilire relazioni commerciali con i terzi improntate alla correttezza rapporti duraturi con clienti e fornitori, e a corrispondere adeguati riconoscimenti ai propri Collaboratori.

Rispetto della dignità delle persone

2.5 Palermo S.S.D. A.R.L. rispetta i diritti fondamentali delle persone tutelandone l’integrità morale e garantendo eguali opportunità.

2.6 Non sono ammessi comportamenti a contenuto discriminatorio delle opinioni politiche e sindacali, di religione, razza, nazionalità, età, sesso, orientamento sessuale, stato di salute e qualsiasi altra caratteristica della persona.

Lealtà

2.7 I “Destinatari” non devono cercare di trarre vantaggio personale indebito, perseguire un interesse diverso dagli obiettivi sociali di Palermo S.S.D. A.R.L. né agire in contrasto con i doveri contrattuali e/o fiduciari che li legano alla Società;

2.8 Non vi devono essere conflitti di interesse nella conduzione di rapporti con calciatori, personale tesserato, amministratori e rappresentanti di altre società sportive o di organismi ed intermediari sportivi.

Trasparenza

2.9 Tutte le attività di Palermo S.S.D. A.R.L. e le relazioni con i propri stakeholders, devono essere effettuate nel rispetto della correttezza, completezza, uniformità e tempestività d’informazione, secondo quanto prescritto dalla normativa vigente, dalle migliori prassi del mercato, e dalla tutela del know-how aziendale.

3 Etica del lavoro e tutela e valorizzazione dei Collaboratori

Rispetto della dignità delle persone

3.1 Palermo S.S.D. A.R.L., all’interno della propria organizzazione, non tollera nessuna forma di discriminazione, sfruttamento, molestia, mobbing o; Il verificarsi di tali comportamenti sarà perseguito e punito con la risoluzione del rapporto di lavoro o di collaborazione;

3.2 Palermo S.S.D. A.R.L vigila affinché le Risorse umane si comportino e siano trattate con dignità e rispetto, secondo quanto previsto dal “Codice del lavoro”, e si impegna affinché al suo interno si crei un ambiente di lavoro sereno in cui tutti possano lavorare nel rispetto delle leggi, dei principi e dei valori etici condivisi;

3.3 Le Risorse Umane devono prestare la massima collaborazione nello svolgimento delle proprie mansioni osservando le disposizioni impartite dal/dai propri responsabili e, in generale, dalla Società;

3.4 I responsabili aziendali devono esercitare i poteri connessi alla propria funzione e/o alla delega ricevuta con obiettività ed equilibrio, mantenendo la fedeltà a Palermo S.S.D. A.R.L. ed ai suoi organi amministrativi, e, nel contempo, rispettando la dignità dei propri collaboratori dei quali devono curare adeguatamente la crescita professionale;

3.5 Non è prevista alcuna sanzione disciplinare o contrattuale nei confronti delle Risorse umane o di altri collaboratori che abbiano legittimamente rifiutato una prestazione di lavoro loro richiesta indebitamente da qualsiasi soggetto legato alla Società e si impegna a tutelare chiunque segnali tali situazioni;

3.6 Palermo S.S.D. A.R.L. è contraria al “lavoro nero”, al lavoro infantile e minorile, nonché a qualsiasi altra condotta di sfruttamento del lavoro o che offenda la personalità dell’individuo. Ogni rapporto di lavoro e di collaborazione viene instaurato con regolare contratto e le Risorse Umane vengono correttamente e integralmente informate dei diritti, dei doveri e degli obblighi che scaturiscono dalla tipologia di contratto applicato.

Sviluppo professionale

3.7 Palermo S.S.D. A.R.L. si impegna a mettere a disposizione del proprio personale adeguati strumenti ed opportunità di crescita professionale.

Pari opportunità

3.8 Lo sviluppo professionale si basa sul principio delle pari opportunità. Gli avanzamenti sia di carriera che retributivi i sono improntati ai risultati raggiunti, alle potenzialità professionali e alle competenze raggiunte.

Sicurezza, salvaguardia della salute e condizioni di lavoro

3.9 Palermo S.S.D. A.R.L. si impegna a diffondere e consolidare la cultura della sicurezza e della salute nei luoghi di lavoro, sviluppando la consapevolezza dei pericoli e dei relativi rischi, promuovendo comportamenti responsabili da parte delle Risorse Umane ed operando per preservare, soprattutto con azioni preventive, la salute e la sicurezza dei lavoratori;

3.10 Le attività della Società si svolgono nel rispetto della normativa vigente in materia di prevenzione e protezione. Al riguardo è stato istituito in azienda il Servizio di Prevenzione e Protezione mediante nomina del Responsabile del Servizio (RSPP), del Medico Competente e del Rappresentante dei Lavoratori per la sicurezza (RLS), e predisposto il Documento di Valutazione dei Rischi (DVR);

3.11 Palermo S.S.D. A.R.L. si impegna altresì, nei limiti delle proprie competenze e responsabilità, ad assicurare la sicurezza del pubblico che accede ai propri impianti per l’intrattenimento sportivo.

Impegno al miglioramento

3.12 Il Personale e i Collaboratori si impegnano nei confronti di Palermo S.S.D. A.R.L. ad offrire il meglio delle proprie competenze professionali, ed a migliorarle continuamente con gli strumenti messi a disposizione dalla Società.

Riservatezza

3.13 Il Personale e i Collaboratori di Palermo S.S.D. A.R.L. si impegnano a trattare ogni informazione ottenuta in relazione alla prestazione dell’attività lavorativa come riservata e a non divulgarla se non nei limiti dell’uso di tale informazione per lo svolgimento della propria attività, e nel rispetto del principio di Trasparenza.

La comunicazione all’esterno delle informazioni riservate viene eseguita delle funzioni preposte.

Assenza di conflitto di interessi

3.14 Ogni decisione di business è presa nell’interesse della Società e si deve pertanto evitare qualsiasi situazione di conflitto di interessi tra attività economiche personali o familiari e mansioni ricoperte nel Palermo S.S.D. A.R.L. che possa intaccare l’indipendenza di giudizio e di scelta.

4 Principi applicabili al settore giovanile

4.1 Palermo S.S.D. A.R.L. riconoscendo come valore primario la diffusione dei valori etici dello sport ai giovani, richiede l’osservanza da parte di tutte le persone che operano nell’ambito del settore giovanile dei contenuti del presente Codice Etico, affinché l’educazione dei giovani possa ispirarsi a modelli che valorizzino i principi etici ed umani ed il “fair play” nello sport;

4.2 Palermo S.S.D. A.R.L. fa obbligo di vigilare costantemente sui minorenni affidati alla Società;

4.3 Palermo S.S.D. A.R.L. non tollera nessuna forma di abuso sui giovani atleti, sia esso psicologico o fisico;

4.4 Palermo S.S.D. A.R.L. condanna la pratica del doping e l’utilizzo di sostanze stupefacenti da parte dei giovani atleti;

4.5 Palermo S.S.D. A.R.L. promuove lo sviluppo di un sano agonismo e di buoni rapporti sociali.

5. Sostenibilità e Impegno sociale

5.1 Palermo S.S.D. A.R.L. manifesta il suo impegno per uno sviluppo sostenibile adottando atteggiamenti responsabili di salvaguardia dell’ambiente, agendo nel rispetto delle normative applicabili e dei limiti definiti da eventuali autorizzazioni e prescrizioni ricevute dagli Enti competenti;

5.2 Palermo S.S.D. A.R.L. si impegna ad apportare continui miglioramenti al fine di minimizzare l’impatto ambientale derivante dallo svolgimento delle proprie attività e dalla gestione e manutenzione dei siti e degli impianti di propria pertinenza;

5.3 Palermo S.S.D. A.R.L. promuove una cultura sportiva responsabile riconoscendo il valore sociale del calcio in quanto sport più popolare e praticato al mondo, e si impegna pertanto a contribuire allo sviluppo economico, sociale e civile della comunità in cui opera.

REGOLE DI COMPORTAMENTO

Sono di seguito illustrate le regole comportamenti da tenersi nello svolgimento delle varie attività aziendali al fine di rispettare i principi del Codice Etico.

Esse sono strutturate sia in funzione dei soggetti con i quali vengono poste in essere delle relazioni, sia in funzione di attività aziendali e si articolano nei seguenti capitoli:

  • Etica nella gestione degli affari e delle attività aziendali
  • Etica del lavoro e tutela e valorizzazione dei Collaboratori
  • Etica della comunicazione e delle relazioni esterne

6. Etica nella gestione degli affari e delle attività aziendali

6.1 Palermo S.S.D. A.R.L. gestisce i propri affari nel rispetto dei Principi Etici contenuti n questo Codice e richiede ai propri Collaboratori e Business Partners di conformarsi a tale impostazione in qualsiasi circostanza, indipendentemente dalla rilevanza dell’affare o dalle condizioni di mercato.

Relazioni con gli azionisti

6.2 Palermo S.S.D. A.R.L. mantiene un costante dialogo con gli azionisti, nel rispetto delle leggi e norme che richiedono che ogni investitore o potenziale investitore abbia il diritto di ricevere le medesime informazioni per ponderare le proprie scelte di investimento;

6.3 Palermo S.S.D. A.R.L. tutela e fa prevalere l’interesse della Società e degli azionisti nel loro complesso rispetto all’interesse particolare di singoli azionisti o gruppi di essi;

6.4 Palermo S.S.D. A.R.L. si impegna ad informare tempestivamente gli azionisti di ogni azione o decisione che possa avere effetti rilevanti nei riguardi del loro investimento, garantendo la possibilità di accedere con ragionevole anticipo ai documenti predisposti per l’Assemblea, una regolare partecipazione degli Amministratori ai lavori assembleari e l’ordinato e funzionale svolgimento delle Assemblee, nel rispetto del fondamentale diritto di ciascun azionista di richiedere chiarimenti sui diversi argomenti in discussione e di esprimere la propria opinione;

6.5 È fatto divieto a chiunque di influenzare il regolare svolgimento e le decisioni delle assemblee societarie, traendo in inganno o in errore gli azionisti;

6.6 Palermo S.S.D. A.R.L. si impegna a perseguire gli scopi statutari. La gestione del patrimonio sociale deve essere coerente con la realtà organizzativa e di business di Palermo S.S.D. A.R.L., ed improntata a principi di trasparenza e moralità; il patrimonio sociale, deve essere valutato correttamente, non attribuendo valore superiore o inferiore a quello dovuto; il capitale sociale non può essere ridotto se non in presenza di perdite o svalutazioni; non possono essere effettuate operazioni sul capitale sociale, né altro tipo di operazioni, tramite l’impiego di utili non distribuibili o riserve obbligatorie per legge; gli Amministratori non possono acquistare o sottoscrivere azioni o quote sociali, se non attraverso proprie risorse. Stesse condizioni saranno applicate al verificarsi di eventuali operazioni straordinarie quali fusioni o scissioni.

Rapporti con fornitori, licenziatari, partner e altre controparti contrattuali

6.7 Palermo S.S.D. A.R.L. imposta i rapporti con Fornitori, Licenziatari e Partner, esclusivamente sulla base di criteri di fiducia, qualità, competitività, professionalità e rispetto delle dinamiche di mercato.

6.8 Palermo S.S.D. A.R.L. si adopera per selezionare i Fornitori ed i Licenziatari sulla base di criteri di valutazione che includano, oltre alla qualità ed economicità dell’offerta, aspetti quali reputazione, affidabilità, professionalità, efficienza e sostenibilità, tali da permettere di impostare un solido e duraturo rapporto fiduciario. Palermo S.S.D. A.R.L. evita accordi con fornitori di dubbia reputazione che possano non rispecchiare i valori espressi nel presente Codice Etico in linea con i principi del Global Compact promosso dall’ONU, quali il rispetto dell’ambiente, delle condizioni di lavoro, dei diritti umani e i principi di legalità, rispetto della concorrenza e della lotta alla corruzione;

6.9 Medesimi principi sono adottati nella valutazione dei Partner, cui si richiede la condivisione dei valori del presente Codice Etico, al fine di salvaguardare il brand e la Società stessa;

6.10 Palermo S.S.D. A.R.L. si aspetta che Fornitori, Licenziatari e Partner non ricevano alcuna indebita pressione ad effettuare prestazioni non previste contrattualmente;

6.11 Comportamenti contrari ai principi contenuti nel presente Codice Etico possono essere considerati grave inadempienza ai doveri di correttezza e buona fede nell’esecuzione del contratto con Palermo S.S.D. A.R.L. motivo di lesione del rapporto fiduciario e giusta causa di risoluzione del contratto stesso;

6.12 Nessun” Destinatario” del presente Codice Etico può promettere o concedere denaro, beni in natura, facilitazioni o altre utilità, direttamente o indirettamente e sotto qualunque forma, a qualsiasi individuo che rappresenti una controparte per Palermo S.S.D. A.R.L., allo scopo di orientarne una decisione o di influenzare il compimento di atti o la conclusione di accordi commerciali o, in generale, per promuovere o favorire illecitamente gli interessi della Società oppure per danneggiare un concorrente. Sono consentiti esclusivamente omaggi e cortesie di modesto valore commerciale.

Rapporti con pubblici funzionari

6.13 La gestione dei rapporti con i funzionari pubblici sono riservati esclusivamente alle funzioni aziendali a ciò preposte e/o autorizzate, nel rispetto dei seguenti principi comportamentali:

  • Non è possibile offrire direttamente o indirettamente denaro, regali, o benefici di qualsiasi natura a titolo personale a dirigenti, funzionari o impiegati di enti della Pubblica Amministrazione, Istituzioni Pubbliche o altre Organizzazioni allo scopo di trarre indebiti vantaggi. Atti di cortesia commerciale, come omaggi o forme di ospitalità, sono consentiti purché di modico valore e comunque tali da non compromettere l’integrità e la reputazione di una delle parti, e da non influenzare l’autonomia di giudizio del destinatario;
  • Nessun Collaboratore di Palermo S.S.D. A.R.L. può eludere le suddette prescrizioni ricorrendo a forme diverse di aiuti o contribuzioni che, sotto veste di sponsorizzazioni, incarichi, consulenze, pubblicità, ecc., abbiano invece le stesse finalità sopra vietate.

Rapporti con le Autorità di Vigilanza e gli Organismi di Controllo

6.14 Palermo S.S.D. A.R.L. si impegna a dare piena e scrupolosa osservanza alle regole dettate dalle Autorità di Vigilanza per il rispetto della normativa vigente nei settori connessi con la propria attività nonché ad improntare i propri rapporti con le Autorità e gli Organismi di Controllo alla massima collaborazione nel pieno rispetto del loro ruolo istituzionale, impegnandosi a dare sollecita esecuzione alle loro prescrizioni.

Regole di condotta nello svolgimento dell’attività sportiva

6.15 Palermo S.S.D. A.R.L. condanna la pratica del doping e si impegna al fine di scongiurare l’utilizzo involontario di sostanze dopanti, agendo nel pieno rispetto delle normative sportive applicabili e salvaguardando la salute fisica e mentale dei calciatori nonché la correttezza delle competizioni sportive;

6.16 Palermo S.S.D. A.R.L. si adopera nella lotta alle pratiche di match-fixing, e adotta a tal proposito iniziative interne di formazione e impone divieti e regolamenti ai propri tesserati, astenendosi dall’effettuare, accettare o agevolare scommesse che abbiano ad oggetto i risultati relativi ad incontri e/o competizioni ufficiali cui la Società partecipa e comunque organizzati nell’ambito della F.I.F.A., della U.E.F.A. e della F.I.G.C.;

6.17 I Destinatari del presente Codice Etico coinvolti nell’ attività sportiva devono astenersi dal compiere, con qualsiasi mezzo, atti diretti ad alterare lo svolgimento o il risultato delle competizioni sportive o a favorire o condizionare la conclusione di accordi di trasferimento di calciatori o di tesseramenti;

6.18 Palermo S.S.D. A.R.L. intrattiene rapporti di leale collaborazione con le Autorità e coopera con esse, salvaguardando la loro e la propria autonomia;

6.19 Palermo S.S.D. A.R.L. si impegna a volgere ogni attività inerente al tesseramento, al trasferimento o alla cessione delle prestazioni sportive di calciatori e tecnici nell’esclusivo interesse della Società e nel rispetto della normativa applicabile. È fatto divieto di pattuire o comunque corrispondere a intermediari o comunque a tesserati, compensi, premi o indennità non giustificati e/o in violazione della normativa applicabile;

6.20 Palermo S.S.D. A.R.L. promuove un tifo leale e responsabile astenendosi dal contribuire con interventi illeciti alla costituzione o al mantenimento di gruppi, organizzati e non, di propri tifosi;

6.21 La Società predispone e distribuisce annualmente agli interessati i regolamenti e la documentazione informativa per il rispetto delle prescrizioni di cui ai precedenti punti.

Trasparenza della contabilità e controlli interni

6.22 Le rilevazioni contabili ed i documenti che da essa derivano devono essere basati su informazioni precise, esaurienti e verificabili, devono riflettere la natura dell’operazione cui fanno riferimento nel rispetto dei vincoli esterni (norme di legge, principi contabili), delle politiche, dei piani, dei regolamenti e delle procedure interne e devono essere corredati della relativa documentazione di supporto necessaria a consentire analisi e verifiche obiettive;

6.23 Per ogni operazione è conservata agli atti la documentazione di supporto che consente:

  • ’agevole registrazione contabile;
  • l’individuazione dei livelli autorizzativi;
  • la ricostruzione accurata dell’operazione al fine di ridurre la probabilità di errori interpretativi;

6.24 Ciascuna registrazione deve riflettere esattamente ciò che risulta dalla documentazione di supporto. È compito delle funzioni aziendali interessate garantire che la documentazione sia facilmente rintracciabile e ordinata secondo criteri logici.

Controlli interni

6.25 Palermo S.S.D. A.R.L. promuove una cultura orientata all’esercizio del controllo, consapevole del contributo positivo che questo apporta al miglioramento dell’efficienza aziendale. Per controlli interni si intendono tutti gli strumenti predisposti dalla Società al fine di gestire e verificare le proprie attività assicurando l’attendibilità, l’accuratezza, l’affidabilità e la tempestività delle informazioni fornite agli organi sociali e al mercato, la salvaguardia del patrimonio sociale, l’efficacia dei processi aziendali, il rispetto delle leggi e dei regolamenti nonché dello statuto e delle procedure interne;

6.26 Il sistema interno di controllo e di gestione dei rischi predisposto dalla Società coinvolge ogni livello della struttura organizzativa. Gli amministratori, i componenti degli organi di controllo e tutte le risorse umane, ognuno nell’ambito delle proprie funzioni, devono pertanto contribuire alla definizione, al funzionamento e al monitoraggio del sistema interno di controllo e di gestione dei rischi;

6.27 La Società nomina un Responsabile dell’Internal Audit con il compito di verificare che il sistema di controllo interno sia adeguato e pienamente operativo. L’Internal Audit ha accesso diretto a tutte le informazioni utili per lo svolgimento del proprio incarico e dispone di mezzi adeguati allo svolgimento della funzione assegnata. L’Internal Audit riporta il suo operato agli altri organi di controllo della Società.

Comunicazione aziendale e riservatezza delle informazioni

6.28 La comunicazione sia all’interno che all’esterno della Società deve essere chiara, precisa e veritiera, onde evitare la diffusione di informazioni errate e il verificarsi di situazioni comportanti responsabilità di qualsiasi natura per la Società;

6.29 La comunicazione ai media e al pubblico di informazioni relative a Palermo S.S.D. A.R.L. è gestita esclusivamente dai portavoce e dalle strutture organizzative espressamente preposte. È fatto divieto di qualunque comunicazione agli altri Destinatari;

6.30 È fatto divieto di comunicate all’esterno, anche attraverso digital e social media, informazioni relative a Palermo S.S.D. A.R.L. non rese ancora pubbliche e di diffondere contenuti, immagini, documenti scritti, audio o video, di proprietà di Palermo S.S.D. A.R.L. senza autorizzazione;

6.31 È fatto divieto ai Destinatari di pubblicare informazioni non veritiere, diffamatorie o lesive dell’immagine di Palermo S.S.D. A.R.L. o della dignità di qualunque altro soggetto esterno in qualche modo associato o associabile a Palermo S.S.D. A.R.L.;

6.32 I Destinatari che per ragioni di lavoro abbiano accesso ad informazioni o documenti riservati, devono trattarli secondo le istruzioni e le procedure fissate dalla Società. Informazioni e documenti riservati vanno custoditi e protetti in maniera adeguata sia rispetto ai terzi che rispetto al personale non direttamente interessato. Ogni tentativo di ottenere indebitamente informazioni riservate dal personale di Palermo S.S.D. A.R.L. deve essere da questi immediatamente comunicato alla Società.

Protezione dei dati personali

6.33 Palermo S.S.D. A.R.L. adotta misure organizzative e di sicurezza per il corretto trattamento dei dati personali di cui entra in possesso, nel rispetto della normativa europea e nazionale applicabile;

6.34 I dati personali vanno trattati in proporzione al consenso ricevuto e alle finalità del trattamento, e non possono essere divulgati all’esterno senza consenso. I soggetti che per ragioni di lavoro ne hanno accesso, devono acquisire le istruzioni e le procedure dettate dalla Società ed attenervisi scrupolosamente.

Abuso di informazioni privilegiate e Insider Trading

6.35 È fatto divieto di utilizzare o comunicare ad altri senza giustificato motivo, informazioni privilegiate riguardanti Palermo S.S.D. A.R.L. o altra Società con la quale Palermo S.S.D. A.R.L. sia in rapporti di affari. Per “informazioni privilegiate” si intendono informazioni non pubbliche, ai sensi dell’art. 181 comma 3 d.lgs. n. 58 del 1998 (TUF), concernenti direttamente o indirettamente la Società o uno o più strumenti finanziari emessi dalla Società e che, se rese pubbliche, potrebbero influire in modo sensibile sui prezzi degli strumenti finanziari quotati. Queste andranno gestirle nei termini e con le modalità indicate dalla legge e secondo la relativa procedura adottata dal Consiglio di Amministrazione.

Incassi e pagamenti

6.36 Palermo S.S.D. A.R.L. esercita la propria attività nel pieno rispetto delle vigenti normative antiriciclaggio, ove applicabili, e delle disposizioni emanate dalle Autorità competenti;

6.37 Le Risorse umane devono operare nel rispetto delle procedure aziendali, ed evitare di porre in essere operazioni sospette sotto il profilo della correttezza e della trasparenza. In particolare, occorre verificare in via preventiva le informazioni disponibili relative alle controparti attive e passive (fornitori, partner, altri collaboratori) al fine di verificare la loro rispettabilità e la legittimità della loro attività;

6.38 Le controparti di Palermo S.S.D. A.R.L. si impegnano ad operare in maniera tale da evitare implicazioni in operazioni anche potenzialmente idonee a favorire il riciclaggio di denaro proveniente da attività illecite o criminali;

6.39 I Destinatari al fine della tracciabilità e della conservazione delle registrazioni, devono attenersi scrupolosamente alle seguenti prescrizioni:

  • tutti i pagamenti e gli altri trasferimenti di denaro fatti da o a favore della Società non possono essere effettuati in denaro contante né possono essere utilizzati libretti al portatore ed altri mezzi assimilabili al contante, fatta eccezione per l’attività di vendita di biglietti per eventi di intrattenimento sportivo e per l’acquisto del materiale disponibile presso gli Store ufficiali della Società;
  • tutti i pagamenti e gli altri trasferimenti fatti da o a favore della Società devono essere accuratamente ed integralmente registrati nei libri contabili e nelle scritture obbligatorie;
  • tutti i pagamenti devono essere effettuati solo ai destinatari e per le attività contrattualmente formalizzate e/o deliberate dai Soggetti delegati;
  • non devono essere create registrazioni false, incomplete o ingannevoli ne devono essere istituiti fondi occulti o non registrati e, neppure, possono essere depositati fondi in conti personali o non appartenenti alla Società né fatto alcun uso non autorizzato dei fondi o delle risorse della Società.

Ambiente e Sicurezza

6.40 Palermo S.S.D. A.R.L. nella gestione delle proprie attività si impegna a garantire la tutela dell’ambiente e della sicurezza del proprio personale e di terzi ponendosi in un’ottica di miglioramento continuo. A tal fine:

  • si impegna a rispettare le disposizioni vigenti in materia di ambiente e sicurezza;
  • elabora e comunica le linee guida di attuazione della tutela dell’ambiente e della sicurezza adottate dalla società;
  • promuove la partecipazione dei dipendenti al processo di prevenzione dei rischi, di salvaguardia dell’ambiente e di tutela della salute e della sicurezza nei confronti di sé stessi, dei colleghi e di terzi.
  • adotta sistemi di gestione ambientale, di sicurezza e di qualità certificati;
  • cura la formazione continua e la sensibilizzazione del proprio management e di tutto il personale sulle tematiche ambientali e di sicurezza;
  • ricorre a fornitori qualificati per gli aspetti di sicurezza e li sensibilizza sulle tematiche ambientali e di salute e sicurezza sul lavoro;
  • Palermo S.S.D. A.R.L. chiede ai propri collaboratori ed ai terzi, che si trovino all’interno dei luoghi di lavoro della società, di evitare di sottoporre gli altri al disagio provocato dal fumo passivo, in linea con le indicazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità e le iniziative delle Autorità competenti, fermo restando il divieto di fumo nei luoghi ove ciò generi pericolo o sia espressamente vietato.

7. Etica del lavoro e tutela e valorizzazione dei Collaboratori

Assunzione e inserimento delle persone

7.1 Tutto il personale è assunto con regolare contratto di lavoro nel rispetto della legislazione applicabile nel luogo di assunzione;

7.2 All’atto dell’assunzione, e durante il primo periodo di inserimento aziendale, ogni collaboratore riceve accurate informazioni con particolare riferimento alle norme che regolano il proprio rapporto di lavoro, alle norme e procedure di prevenzione relative alla sicurezza e salute sul luogo di lavoro, alle politiche aziendali ed alle norme del Codice Etico al fine di garantire una immediata conoscenza e favorire una più rapida integrazione nella vita e cultura dell’azienda;

7.3 Palermo S.S.D. A.R.L. valuta le competenze espresse e il potenziale di competenze possedute dal proprio personale in relazione alle esigenze attuali e future del business e individua le posizioni chiave per lo sviluppo strategico; esso costituisce il presupposto essenziale per l’attribuzione di incarichi di responsabilità all’interno dell’organizzazione aziendale.

Remunerazione

7.4 Palermo S.S.D. A.R.L. remunera i propri Collaboratori in base alla loro professionalità, ruolo e risultati raggiunti;

7.5 La definizione e l’aggiornamento della retribuzione viene determina attraverso metodologie e strumenti chiari ed equi, oggetto di comunicazione costante ai Collaboratori stessi nel rispetto dei propri principi etici e delle norme di legge e contrattuali vigenti.

Comunicazione interna

7.6 Palermo S.S.D. A.R.L. promuove la comunicazione interna quale elemento essenziale per l’efficace funzionamento dei processi aziendali, in quanto promuove la condivisione di valori, strategie ed obiettivi da parte dei Collaboratori, nonché lo scambio di informazioni ed esperienze.

Conflitto di interessi

7.7 Tutti i Collaboratori devono assicurare che ogni decisione di business sia presa nell’interesse esclusivo della società evitando qualsiasi situazione di conflitto di interesse tra attività economiche personali o familiari e mansioni ricoperte nella Società che possa intaccare la loro indipendenza di giudizio e di scelta.

Uso corretto del patrimonio della società e dei beni aziendali

7.8 Il patrimonio sociale di Palermo S.S.D. A.R.L. deve essere gestito in modo efficiente ed onesto preservandone l’integrità ed il valore a tutela degli azionisti, dei creditori e degli investitori;

7.9 Calciatori e Risorse umane hanno la responsabilità della conservazione e della protezione dei beni e degli strumenti loro affidati dal Palermo S.S.D. A.R.L. e si impegnano a rispettare le procedure operative e di sicurezza stabilite dalla Società a garanzia e salvaguardia dell’intero patrimonio aziendale;

7.10 Palermo S.S.D. A.R.L., si impegna a proteggere e valorizzare il proprio brand in tutte le sue declinazioni. I Destinatari devono attenersi alle prescrizioni contrattuali che regolano l’utilizzo del brand e rispettare le modalità di godimento dei diritti contrattualmente acquisiti;

7.11 I documenti afferenti l’attività della Società, gli strumenti di lavoro ed ogni altro bene, materiale o immateriale, di proprietà della stessa non possono essere usati per scopi personali né essere trasferiti o messi a disposizione, anche temporanea, di terzi e devono essere utilizzati esclusivamente per la realizzazione dei fini istituzionali della Società e secondo le modalità stabilite dalla stessa;

7.12 Palermo S.S.D. A.R.L. assicura la sicurezza e l’integrità dell’utilizzo della propria tecnologia informatica.

Ai Collaboratori è fatto pertanto divieto di:

  • inviare messaggi di posta elettronica minatori e ingiuriosi, ricorrere a linguaggio di basso livello, esprimere commenti inappropriati o indesiderabili rispetto alle regole di comportamento della società, che possano recare offesa alla persona e/o danno all’immagine aziendale;
  • creare spamming o “catene di sant’Antonio” che possano generare un traffico di dati, informazioni o processi all’interno della rete telematica aziendale tale da ridurne sensibilmente l’efficienza;
  • navigare su siti Internet con contenuti indecorosi e offensivi;
  • compromettere le funzionalità e la protezione dei sistemi informativi;
  • caricare sui sistemi aziendali software presi in prestito o non autorizzati e fare copie non autorizzate di programmi su licenza per uso personale, aziendale o per conto terzi.

Antiriciclaggio

7.12 Palermo S.S.D. A.R.L. e tutti i suoi Collaboratori non devono essere implicati o coinvolti in operazioni che possano comportare il riciclaggio di proventi da attività criminali o illecite in qualsiasi forma o modo.

8 Etica della comunicazione e delle relazioni esterne

Rapporti con Istituzioni pubbliche, Autorità di Vigilanza e Organismi di Controllo

8.1 I rapporti con la Pubblica Amministrazione per conto di Palermo S.S.D. A.R.L. devono essere gestiti da soggetti delegati o comunque autorizzati;

8.2 Palermo S.S.D. A.R.L. agisce nel rispetto della legge e favorisce, nei limiti delle proprie competenze, la corretta amministrazione della giustizia;

8.3 Nello svolgimento della propria attività, Palermo S.S.D. A.R.L. opera in modo lecito e corretto collaborando con l’autorità giudiziaria, le forze dell’ordine e qualunque pubblico ufficiale che abbia poteri ispettivi e svolga indagini nei suoi confronti;

8.4 Le Risorse umane di Palermo S.S.D. A.R.L. devono conoscere e rispettare, ove applicabile, le linee guida emanate dalla Società con riferimento ai rapporti e agli adempimenti con la Pubblica Amministrazione, nonché le linee guida in materia di omaggi e liberalità. Tali linee guida devono essere applicate in tutti gli ambiti di attività di Palermo S.S.D. A.R.L. ove ci si relazioni con Pubbliche Amministrazioni e loro rappresentanti. In particolare:

  • nelle richieste indirizzate alla Pubblica Amministrazione per l’ottenimento di provvedimenti relativi alle attività svolte dalle Società;
  • in tutte le occasioni di contatto con incaricati di effettuare verifiche ispettive e sopralluoghi presso le sedi del Palermo S.S.D. A.R.L. finalizzate alla verifica del rispetto di prescrizioni e/o di adempimenti di legge;
  • in tutte le occasioni di contatto con Pubbliche Amministrazioni per ragioni istituzionali, commerciali o di fornitura;
  • nell’adempiere ad obblighi o prescrizioni date dalla Pubblica Amministrazione;

8.5 Palermo S.S.D. A.R.L. si comporta correttamente e con trasparenza nello svolgimento delle trattative e dei rapporti negoziali con la Pubblica Amministrazione, così come nell’esecuzione di qualsiasi adempimento di legge o prescrizione dettata dalla stessa;

8.6 I rapporti di Palermo S.S.D. A.R.L. con i pubblici ufficiali si basano sulla trasparenza, sulla lealtà e sulla correttezza. Palermo S.S.D. A.R.L. non intende creare il minimo sospetto di voler influenzare indebitamente tali soggetti per ottenere benefici con mezzi illeciti;

8.7 Palermo S.S.D. A.R.L. condanna ogni comportamento che possa costituire atto di corruzione anche nei confronti di soggetti privati. Qualunque tentativo di estorsione, concussione o induzione a dare utilità indebite da parte di un pubblico ufficiale o un incaricato di pubblico servizio deve essere immediatamente segnalato;

8.8 I Destinatari del Codice Etico devono comunicare i rapporti di affari o le attività economiche intraprese a titolo personale con pubblici ufficiali;

8.9 Nessun Destinatario può:

  • cercare di influenzare impropriamente le decisioni delle Amministrazioni interessate, e dei funzionari che trattano o decidono per conto delle stesse;
  • offrire direttamente o indirettamente denaro, regali, o benefici di qualsiasi natura a titolo personale a dirigenti, funzionari o impiegati della Pubblica Amministrazione e ai pubblici ufficiali o impiegati pubblici coinvolti in procedimenti amministrativi allo scopo di trarre indebiti vantaggi. Atti di cortesia commerciale, come omaggi o forme di ospitalità, sono consentiti purché di modico valore e comunque tali da non compromettere l’integrità e la reputazione di una delle parti, e da non influenzare l’autonomia di giudizio del destinatario;
  • inviare documenti falsi o artatamente formulati, attestare requisiti inesistenti o dare garanzie non rispondenti al vero;
  • procurare indebitamente qualsiasi altro tipo di profitto (licenze, autorizzazioni, sgravi di oneri anche previdenziali ecc.) con mezzi che costituiscano artifici o raggiri;
  • alterare in qualsiasi modo il funzionamento di un sistema informatico o telematico della Pubblica Amministrazione o di terzi o intervenire senza diritto con qualsiasi modalità su dati, informazioni o programmi, contenuti in uno dei suddetti sistemi;
  • ricevere indebitamente contributi, finanziamenti, mutui agevolati o altre erogazioni dello stesso tipo, concessi o erogati da parte delle Pubblica Amministrazione tramite l’utilizzo o la presentazione di documenti falsi o mendaci o mediante l’omissione di informazioni dovute;
  • utilizzare contributi, sovvenzioni o finanziamenti destinati alla realizzazione di opere pubbliche o allo svolgimento di attività di pubblico interesse, per scopi diversi da quelli per cui sono concessi;
  • scambiare illegittimamente informazioni sulle offerte con i partecipanti ad eventuali gare o procedure ad evidenza pubblica;

8.10 Costituisce violazione della politica istituzionale di Palermo S.S.D. A.R.L. adottare condotte che configurino il reato di corruzione anche nei Paesi esteri in cui tali condotte non fossero punite o altrimenti vietate;

8.11 Palermo S.S.D. A.R.L. si impegna a dare piena e scrupolosa osservanza alle regole dettate dalle Autorità di Vigilanza per il rispetto della normativa vigente nei settori connessi alla propria attività, e ad improntare i rapporti con le Autorità e gli Organismi di Controllo alla massima collaborazione nel pieno rispetto del loro ruolo istituzionale, impegnandosi a dare sollecita esecuzione alle loro prescrizioni;

8.12 Palermo S.S.D. A.R.L. si impegna affinché i suoi collaboratori rispettino le procedure interne per la gestione dei rapporti con le Autorità di Vigilanza e con gli Organi di Controllo (Collegio sindacale ); operino nell’ambito delle leggi e delle normative vigenti; adottino uno stile di comportamento improntato ad efficienza, collaborazione e cortesia nei confronti delle Autorità di vigilanza e degli altri organi di Controllo, ottemperando ad ogni richiesta nell’esercizio della loro funzioni ispettive e collaborando alle relative procedure istruttorie; forniscano informazioni accurate, complete e veritiere in modo da consentire una decisione consapevole e segnalino tempestivamente al proprio Compliance Officer qualsiasi comportamento del collaboratore esterno che appaia contrario ai Principi Etici del Codice;

Il Compliance Officer è la persona individuata all’interno di Palermo S.S.D. A.R.L. alla quale viene delegata dal Consiglio di Amministrazione la responsabilità di gestire tutti gli aspetti legati alla divulgazione e applicazione del Codice Etico. In assenza di una nomina specifica le funzioni di Compliance Officer sono assolte dal Presidente o dall’ Amministratore Delegato della Società;

Per Palermo S.S.D. A.R.L. la funzioni di Compliance Officer viene svolta dall’ Amministratore Delegato della Società;

8.13 È fatto divieto di distruggere o alterare registrazioni, verbali, scritture contabili e qualsiasi tipo di documento, mentire o fare dichiarazioni false alle autorità competenti in previsione di un procedimento giudiziario, di un’indagine o di un’ispezione da parte della Pubblica Amministrazione o delle Autorità di Vigilanza;

8.14 È fatto divieto tentare di persuadere altri a fornire informazioni false o ingannevoli alle Autorità competenti;

8.15 È fatto divieto di intraprendere attività economiche, conferire incarichi professionali, dare o promettere doni, danaro o altri vantaggi a chi effettua gli accertamenti e le ispezioni, ovvero alle Autorità competenti.

Relazioni con rappresentanti delle forze politiche

8.16 Palermo S.S.D. A.R.L. non finanzia né supporta partiti politici né loro rappresentanti e si mantiene rigorosamente neutrale in occasione di campagne elettorali o di eventi che coinvolgano i partiti politici.

Relazioni con i mass media

8.17 Tutti i contatti con gli organi di informazione devono essere tenuti esclusivamente dalle funzioni preposte ed essere improntati al rispetto del diritto all’informazione.

8.18 La comunicazione coni mass media deve essere accurata, coordinata e coerente con i principi e le politiche della società, deve rispettare le leggi, le regole, le pratiche di condotta professionale e deve essere realizzata con chiarezza e trasparenza. È fatto assoluto divieto di divulgare notizie false.

Comunicazione istituzionale

8.19 Le comunicazioni istituzionali di informazioni su Palermo S.S.D. A.R.L. sono improntate alla massima trasparenza e veridicità dei dati forniti.

Sponsorizzazioni e contributi

8.20 Palermo S.S.D. A.R.L. può fornire contributi e sponsorizzazioni per sostenere iniziative proposte da enti pubblici e privati e da associazioni senza fini di lucro, regolarmente costituite ai sensi della legge e che promuovano i Principi Etici condivisi dalla Società e avendo cura di evitare ogni possibile situazione di conflitto di interessi a livello personale o aziendale.

NORME DI ATTUAZIONE

9. PREVENZIONE DEI REATI E MODELLO ORGANIZZATIVO INTERNO

9.1 È fatto divieto a tutti i Destinatari di porre in essere nell’esercizio delle proprie attività comportamenti illeciti costituenti i reati di cui al D. Lgs.231/2001;

9.2 Palermo S.S.D. A.R.L. si è dotata di un Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ai sensi del D.Lgs. 231/2001 e relative procedure interne al fine di impostare l’operato della Società in modo da azzerare o limitare significativamente il rischio di commissione dei reati previsti dal decreto.

10.ATTUAZIONE E SISTEMA SANZIONATORIO

10.1 Il Codice Etico adottato da Palermo S.S.D. A.R.L. definisce le aspettative della Società nei confronti di tutti i Destinatari;

10.2 La Società si impegna affinché tali aspettative siano comprese e messe in pratica da tutta l’organizzazione ed è responsabile della loro attuazione nei confronti dei propri Organi di Controllo;

10.3 Le violazioni del Codice Etico sono passibili di sanzione in proporzione alla gravità e alla natura del rapporto che il Destinatario interessato intrattiene con Palermo S.S.D. A.R.L. I provvedimenti sanzionatori possono anche comportare la cessazione del rapporto fiduciario del Destinatario con la Società, con le conseguenze contrattuali previste e consentite dalle norme vigenti;

10.4 I provvedimenti sanzionatori nei confronti delle Risorse umane per violazioni al Codice Etico saranno adottati in coerenza con la normativa applicabile, nonché con il “Codice del Lavoro”, ove applicabile. Per i Calciatori, saranno applicati i contratti e la normativa pertinente;

10.5 Per violazioni al Codice Etico da parte di Altri collaboratori, Fornitori, Licenziatari e Partner, Palermo S.S.D. A.R.L. si riserva la facoltà di risoluzione del contratto o l’applicazione di altre azioni di tipo contrattuale;

10.6 L’Amministrazione valuta l’adeguatezza del Codice Etico in virtù dell’evoluzione del business o della normativa applicabile;

10.7 All’Organismo di Vigilanza spetta la facoltà di predisporre la revisione del presente Codice Etico e delle procedure interne allo scopo di garantirne reciproca coerenza.

11. SEGNALAZIONI IN CASO DI VIOLAZIONI DELLE DISPOSIZIONI DEL CODICE ETICO

11.1 La segnalazione di eventuali situazioni di sospetta violazione delle disposizioni di cui al presente Codice Etico può essere fatta da qualunque Destinatario, purché si tratti di segnalazione in buona fede e circostanziata;

11.2 Le segnalazioni possono essere inviate alla casella di posta elettronica info@ssdpalermo.it o a mezzo posta ordinaria, in busta chiusa all’attenzione riservata e personale dell’Internal Audit, presso la sede sociale di Palermo S.S.D. A.R.L. Le segnalazioni saranno gestite tempestivamente;

11.3 Le segnalazioni non devono essere presentate in forma anonima. Sarà cura della Palermo S.S.D. A.R.L. mantenere riservata l’identità del Segnalante, fatti salvi gli obblighi di legge e la tutela dei diritti di Palermo S.S.D. A.R.L. o delle persone accusate erroneamente e/o in mala fede;

11.4 Palermo S.S.D. A.R.L. tutela il Segnalante in buona fede contro ogni forma di ritorsione, discriminazione e/o penalizzazione adottando le misure previste al verificarsi di tali comportamenti;

11.5 Palermo S.S.D. A.R.L. potrà agire ai sensi della normativa applicabile verso chi consapevolmente dovesse effettuare segnalazioni false, infondate o pretestuose.

11.6 Il personale che venga a conoscenza di situazioni di effettiva o potenziale violazione del Codice Etico, deve darne immediata segnalazione al Compliance Officer di Palermo S.S.D. A.R.L.

Scarica il documento completo

Download